Navigazione Home Page Sitemap E-mail Stampa
mappa.gif 

Cosa è cambiato per il cittadino?

ZOOM SUI "GIOVANI IN MUGELLO", CONVEGNO IL 16 E 17 MARZO

Come vedono i giovani il Mugello? E come si vedono i giovani in Mugello? Quali sono i loro bisogni e comportamenti? E le opportunità nel territorio? La risposta a queste e ad altre domande dal convegno “Giovani in Mugello. Per essere protagonisti del futuro” che si tiene il 16 e 17 marzo a Villa Pecori Giraldi a Borgo San Lorenzo, organizzato dalla Società della Salute e l'Unione dei Comuni del Mugello con gli otto assessorati alle Politiche giovanili dei Comuni della zona. “Un 'viaggio' di informazione e riflessione sulla condizione giovanile nel nostro territorio” che prende le mosse dal questionario “Essere giovani in Mugello oggi” promosso per conoscere meglio bisogni, atteggiamenti e aspettative dei ragazzi e delle ragazze mugellane.
Il questionario, articolato in cinque sezioni e oltre sessanta domande alle quali hanno risposto oltre 1700 giovani, ha chiesto ai ragazzi di raccontarsi su numerosi aspetti della loro vita, dal rapporto dei genitori alle amicizie, dal rapporto con gli insegnanti e le materie scolastiche al tempo libero. Si mostrano così scelte e comportamenti dei giovani mugellani, rispetto allo sport e alle altre attività. E si esprimono le loro richieste circa strutture e servizi ritenuti necessari, parlano di volontariato, trasporti pubblici, uso dello smartphone e delle App, cyber bullismo, trasporti pubblici, ma anche di politica, scelte religiose, rapporti con le amministrazioni comunali, aspettative di lavoro.
Il convegno permetterà di approfondire questi ed altri aspetti allargando la discussione, oltre alle istituzioni, a scuole e istituti superiori, Università, rappresentanti dei genitori, psicologi, associazioni, cooperative e realtà legate al mondo giovanile. Nella sessione di venerdì 17 marzo si parlerà in particolare della scuola. Ad aprire i lavori, alle 16, gli interventi del presidente dell'Unione dei Comuni Paolo Omoboni, del presidente della SdS Roberto Izzo, della consigliera regionale Fiammetta Capirossi e assessore politiche giovanili Comune di Barberino di Mugello Fulvio Giovannelli.
Alle 16,30 si farà “Un identikit dei giovani dal questionario mugellano: bisogni e comportamenti emergenti” con lo psicologo Ezio Aceti e Carlo Sorrentino, docente Università di Firenze. Seguirà alle 17,30 la discussione sul tema “Ma come stanno i ragazzi sui banchi di scuola?” con Fiorenza Giovannini, già dirigente scolastico, il dirigente scolastico del “Chino Chini” Bernardo Draghi e il dirigente scolastico del “Giotto Ulivi” Marta Paoli, la presidente del Consiglio d’Istituto del “Giotto Ulivi” Monica Stelloni e la psicologa Centri di ascolto Istituti scolastici Mugello Eloisa Mingione; a coordinare sarà l'assessore alle politiche giovanili di Vicchio Carlotta Tai. Al termine la presentazione della petizione promossa dagli studenti dell'istituto Giotto Ulivi “Il treno… dei desideri”.
Giovani, famiglie e tempo libero nonché diritti e doveri saranno invece i temi che verranno affrontati nella sessione di sabato mattina alle 9. Dopo l'intervento dell'assessore alle politiche giovanili Comune di Borgo San Lorenzo Cristina Becchi, alle 9,30 si darà “La parola a giovani e famiglie” con Alessandra Siliquini del Coordinamento delle Consulte dei Genitori del Mugello ed i ragazzi del progetto Kontatto; a coordinare l'assessore politiche giovanili del Comune di Scarperia e San Piero Francesco Bacci. Alle 10,15 segue ci si interrogherà su “Perché il tempo libero non sia tempo perso. Le esperienze e le proposte di associazioni e centri di aggregazione”. A discuterne: Matteo Tagliaferri, coordinatore cooperativa ConVoi; Pietro Cardelli dell'associazione Liberamente Barberino di Mugello; don Antonio Lari, direttore del Centro Giovanile del Mugello; Sandra Mantelli, coordinatrice “Officine di Strada”; Matilde Baldi, presidente Associazione Amici delle Biblioteche; Tommaso Talluri, organizzatore di eventi giovanili in Mugello. Coordina, assessore del Comune di Firenzuola Francesca Pasquinucci.
Sindaci ed assessori alle politiche giovanili, infine, discuteranno e si confronteranno su “Giovani cittadini. Con diritti e doveri. I comuni del Mugello e le politiche per i giovani”, con le conclusioni affidate al vicesindaco di Firenze e responsabile ANCI Toscana per il Welfare Cristina Giachi.

PROGRAMMA

Giovani in Mugello_programma_ridotto.jpg