Navigazione Home Page Sitemap E-mail Stampa
mappa.gif 

Cosa è cambiato per il cittadino?

ALI, TIROCINI LAVORATIVI PER PERSONE FRAGILI

aliincontrodirsdsmugellobraganti_1.jpgALI per favorire e sostenere l'inserimento lavorativo di persone fragili. “Autonomia, Lavoro, Inclusione” è il progetto che stanno curando e realizzando la Società della Salute Nord Ovest, come capofila, e la SdS Mugello nelle rispettive aree, con risorse del Fondo Sociale Europeo, per l'inserimento socio lavorativo attraverso percorsi di stage in azienda rivolto a persone disabili e in carico ai Servizi territoriali. Ad oggi sono 67 gli inserimenti socio-lavorativi in corso, 56 nella zona fiorentina nord ovest e 11 nel Mugello. Altri sono in fase di attivazione e partiranno nel mese di marzo. L'obiettivo, prima della conclusione del progetto prevista per la fine di ottobre 2018, è di arrivare almeno a 81 nella zona fiorentina e 17 per quella mugellana. Di questo si è parlato nei giorni scorsi a Scandicci all'incontro “Ti racconto Damiano, un lavoratore diverso, un’opportunità nuova per l’azienda” promossa dalla SdS capofila insieme a quella del Mugello, con imprenditori di entrambi i territori per raccontare loro, dalla diretta voce di imprenditori che hanno aderito al progetto, le esperienze in corso e così stimolare nuove adesioni. Presente per il Mugello il direttore della Società della Salute.
“ALI”, come è stato ricordato, nasce per offrire un’esperienza formativa importante per entrambi i soggetti coinvolti: l’azienda che attraverso l’accoglienza, totalmente gratuita, ha la possibilità di conoscere un lavoratore diverso che può diventare una risorsa lavorativa; il tirocinante che attraverso un percorso lavorativo vero, sperimenta un’esperienza di inclusione sociale che, in molti casi, rappresenta, oltre che un’opportunità di lavoro, anche una vera e propria ripartenza.
Ciascun beneficiario del progetto dispone di alcune ore di tutoraggio dedicate all’azienda dove è inserito e si vede riconosciuto un contributo da un minimo mensile di 150 euro ad un massimo di 400 euro, corrispondenti ad una frequenza minima di 15 ore fino ad una frequenza massima di 30 ore settimanali. Gli stage individuali hanno una durata minima di 6 mesi fino a un massimo di 24 con possibilità di essere rinnovati per quelli di durata pari a 6 mesi o a un anno. Un investimento di carattere sociale per 1 milione d'euro del FSE, quindi totalmente gratuito per l’azienda.
Molto intensa, hanno spiegato all'incontro, continua a essere l’attività di ricerca e incontro tra domanda e offerta da parte di operatori qualificati che ha coinvolto finora quasi 40 aziende. Dietro questo percorso che ha condotto fino all’inserimento lavorativo, c’è stato e prosegue tuttora il lavoro intenso di valutazione da parte dei Servizi Sociali delle due Società della Salute insieme ai Servizi specialistici della Asl Toscana Centro, il Servizio di Salute Mentale e il Serd, Servizio per le Dipendenze, oltre al lavoro degli educatori e infermieri. Nel partenariato di progetto sono coinvolti soggetti del privato sociale come associazioni di volontariato, di promozione sociale, fondazioni, cooperative sociali.