Navigazione Home Page Sitemap E-mail Stampa
mappa.gif 

Cosa è cambiato per il cittadino?

SEMINARIO "OLTRE GLI ORRORI DEL FORTETO"

“Oltre gli orrori de Il Forteto” è il convegno che si terrà martedì 10 ottobre all'Istituto degli Innocenti a Firenze, nel Salone Brunelleschi. Con questo incontro pubblico si conclude la seconda annualità del Progetto “Oltre. Percorsi verso l’autonomia”, finanziato dalla Regione Toscana e curato dall’Associazione Artemisia con la Società della Salute del Mugello, FormAzione Co&So Network, Anci Toscana e Auser Abitare Solidale. In particolare, saranno presentati alcuni aspetti del lavoro svolto nei due anni del 'Progetto Oltre', durante i quali sono stati articolati percorsi di sostegno psicologico, sociale, lavorativo e abitativo per i giovani e gli adulti usciti o in uscita da Il Forteto. A parlarne per la SdS Mugello saranno Patrizia Baldassarri, assistente sociale referente Area Minori e Famiglia, e Alessandro Lussu, coordinatore sociale, oltre al direttore Massimo Braganti.
Ad aprire i lavori, alle 9, il presidente della Prima Commissione d'Inchiesta Regionale su Il Forteto Stefano Mugnani che interverrà su “La vicenda de Il Forteto alla luce dei lavori della Prima Commissione d'inchiesta della Regione Toscana”. Subito dopo, l'intervento dell'assessore regionale al Diritto alla Salute Stefania Saccardi: “L'impegno in politiche di sostegno e prevenzione: il Progetto Oltre”. Dalle 10 si parlerà più specificamente de “L'esperienza del Progetto Oltre: memoria di dolore, lezioni di sopravvivenza, percorsi di cambiamento”: introduce Alessandro Salvi della Direzione Innovazione sociale Regione Toscana; seguono gli interventi di Petra Filistrucchi e Patrizia Bucarelli, Artemisia-coordinamento Progetto Oltre, e di Patrizia Baldassarri, Marco Antonucci e Gabriele Danesi, rispettivamente, referente Area Minori e Famiglia SdS Mugello, rappresentante FormAzione Co&So Network e rappresentante Abitare Solidale, facenti parte della cabina di regia del progetto.
Alle 11,30 prenderanno la parola Alessandro Lussu, coordinatore sociale SdS Mugello, la neuropsichiatra Marinella Malacrea, “I percorsi di protezione e riparazione delle vittime”, e il magistrato Vittorio Borraccetti, “Come è stato possibile?”. I lavori proseguono nel pomeriggio con l'intervento, alle 14, di Katerine O'Donnel dell'University College di Dubino e membro del Justice for Magdalenes Research, “Il percorso di assunzione di responsabilità delle istituzioni nella vicenda delle Magdalene Laundries”, mentre alle 15 si aprirà la tavola rotonda “Gli interrogativi e le sfide che la vicenda de Il Forteto consegna ai tecnici, alle istituzioni e alla comunità locale in tema di protezione, prevenzione e riparazione”, coordinata dalla presidente di Artemisia Teresa Bruno, con interventi di: Paolo Bambagioni, presidente della Seconda Commissione di Inchiesta Regionale sul Forteto; Massimo Braganti, direttore della SdS Mugello; Massimo De Berardinis, direttore U.O. Psichiatria Azienda Usl Toscana Centro; Giovanni Garbatini, avvocato; Beppe Pratesi, Coordinamento toscano delle Associazioni per la Salute mentale; Stefano Passiatore, sindaco di Dicomano e rappresentante Anci Toscana; Donata Bianchi, responsabile Ricerca e Monitoraggio Istituto degli Innocenti; Laura Bini, presidente dell'Ordine degli Assistenti sociali della Toscana. Alle 17 riflessioni conclusive di Sergio Pietracito, presidente Associazione Vittime de Il Forteto.
Sono previste letture a cura dell'attrice Daniela Morozzi.